Archivi tag: Renato Vicini

Sgretolare il mito d’eterna giovinezza: “A bocca chiusa” di Daniele Silvestri

Mi aveva commossa la performance live di Daniele Silvestri a Sanremo con la sua “A bocca chiusa” cantata insieme a Renato Vicini (interprete della lingua dei segni). Il video ancor di più.

Per questo, all’interno del progetto SemioBo– blog che usa la semiotica con intento divulgativo – ho deciso di analizzarlo. Questa la conclusione:

(…) La piccola ma grande rivoluzione di questo video non consiste solo nel contribuire a diffondere la lingua dei segni, ma anche nel tentare di sgretolare quel mito di eterna giovinezza che impera in Italia.
Lo “scandalo” è un uomo di mezza età, ormai canuto, a torso nudo, in sovrappeso e con tutti i suoi difetti sbattuti in primo piano. Viene così negato il dover essere giovani, belli, vigorosi e imbattibili imposto dalla pubblicità commerciale. L’uomo non è più un manufatto costruito ad hoc.
Di fronte a noi c’è un corpo nudo che, come raccontano le parole, figurativizza una persona inerme, fragile, stanca che, però, non rinuncia a resistere. Di fronte a noi un viso e degli occhi svelano tutto il caos emotivo, che muove dalla disperazione alla speranza, di un uomo qualunque.

Per il resto dell’analisi ti rimando all’articolo intero. Mi farebbe veramente piacere se potessi esprimermi una tua sincera opinione: il pezzo è chiaro? Il linguaggio semiotico inserito è troppo di nicchia?

Questo è un progetto che abbiamo appena avviato con l’intento ben preciso di far uscire la semiotica dall’accademia. Avere il tuo riscontro è imprescindibile! 🙂

Ecco il video

Annunci