Archivi tag: felicità

Raggiungere la felicità

Per essere felici ci vuole coraggio.

(cit. K. Blixen)

Pillole di (miei) sogni

Se il sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti segnali disperati, come la noia e l’assenza di entusiasmo, confidando nella tua ribellione.

(…) La felicità è crescere insieme, litigare a chi ha la testa più dura e poi, pieni di bernoccoli, salire un altro gradino del nostro amore. La felicità è un appuntamento al bar a cui io arrivo in ritardo. (…) Un problema che ti assilla e che risolviamo insieme. Un braccialetto che ti regalo, una camicia che tu mi lavi.

(…) Non è poi così vero che si desidera ciò che non si è mai avuto. Quando si sta male, si preferisce ciò che ci appartiene da sempre. Ogni vittima tende a riproporre gli schemi del proprio passato (…).

(…) L’intuizione ci rivela di continuo chi siamo. Ma restiamo insensibili alla voce degli dei, coprendola con il ticchettio dei pensieri e il frastuono delle emozioni. Per non guarire. Perché altrimenti diventeremmo quello che abbiamo paura di essere. Completamente vivi.

(…) Nel romanzo Belfagor è il nome che da bambino avevo dato al mostro che abita dentro di noi. Uno spiritaccio animato da buone intenzioni, in realtà pernicioso, perché pur di tenerci lontano dalla sofferenza ci chiude in una gabbia di paure. Paura di vivere, di amare, di credere nei propri sogni.

(…) Perché ci piacciono tanto le storie? Perché rivelano in controluce il segreto dell’esistenza.

(Massimo Gramellini, Fai bei sogni)

Il Primo stipendio

Dopo 4 mesi dalla conclusione dell’ennesimo lavoro, oggi ho finalmente ricevuto il mio PRIMO stipendio, dopo 5 anni di lavori e lavoretti MAI retribuiti.
Potrò pagarmi il pc nuovo, potrò comprarmi qualcosa di mio senza aver quel senso di colpa per aver usato i soldi di mamma e papà. Potrò mettere da parte qualche spicciolo per quel viaggio che sogno fin da quando ero bimba e per cui sto risparmiando sin dall’ultimo anno di liceo.
A 24 anni forse è un po’ tardi, ma ho gli occhi lucidi e il nodo alla gola.

Sono contenta!
(Scusate se delle dimissioni del Papa non mi importa pressoché nulla!!!!)